Procura spagnola che indaga sul presunto schema piramidale di Bitcoin: $ 1 miliardo di fondi degli investitori secondo quanto riferito mancante

La procura spagnola afferma che sta indagando su Arbistar per presunta esecuzione di una truffa di scambio di bitcoin con risultati preliminari che suggeriscono che 1 miliardo di dollari di fondi degli investitori non può essere contabilizzato. La scomparsa dei fondi degli investitori ha colpito 32.000 famiglie che non riescono ad accedere ai propri risparmi che vengono investiti con Arbistar, una piattaforma di trading di bitcoin.

I problemi per gli investitori di Arbistar sono iniziati dopo che la piattaforma di trading di bitcoin ha improvvisamente congelato i conti degli investitori prima di cessare le operazioni a settembre

All’epoca, i dirigenti di Arbistar sostenevano che un errore su uno dei suoi robot di criptazione faceva sì che la piattaforma di trading di bitcoin pagasse più profitti di quanto effettivamente dovuto. In una dichiarazione subito dopo il congelamento dei conti degli investitori, Arbistar ha affermato che l’errore, che non è stato rilevato per quasi un anno, ha lasciato la piattaforma di trading in un buco finanziario.

Ora, secondo quanto riportato dai media spagnoli , la polizia di Tenerife, dove Aribistar ha la sua sede fiscale, ha „già aperto le indagini sulla società“. La polizia vuole anche „conoscere la destinazione dei fondi (mancanti)“.

Nel frattempo, alcuni degli investitori colpiti dal congelamento dei conti di Arbistar insistono sul fatto che la piattaforma di trading di bitcoin sia una truffa piramidale. Tuttavia, il direttore e proprietario di Arbistar, Santiago Fuentes, contesta questa caratterizzazione mentre difende il blocco sui conti degli investitori:

È solo un errore del computer che dobbiamo risolvere, liquidare e continuare con le nostre attività

Fuentes, che si è guadagnato il soprannome di „Madoff spagnolo“ dopo il suo processo e la successiva assoluzione in un altro caso di truffa, concorda sul fatto che circa 32.000 famiglie sono colpite. È interessante notare che Fuentes conferma di essere nascosto in un luogo sconosciuto a Tenerife per „motivi di sicurezza“. Tuttavia, nega le accuse di essere scomparso.

D’altra parte, alla domanda sulla cifra effettiva di bitcoin che non può essere contabilizzata, il direttore di Arbistar nega ancora una volta che manchi quasi 1 miliardo di dollari di monete. Invece, afferma che il valore effettivo „non raggiunge nemmeno un decimo di quanto ipotizzato da alcune delle persone colpite“. Secondo Fuentes, la cifra effettiva di bitcoin che non può essere contabilizzata „potrebbe essere di circa 10.000 bitcoin“, che secondo lui si traduce in quasi $ 103 milioni.